certificazioni

ISO 9001

La ISO 9001 è la norma internazionale per i Sistemi di Gestione per la Qualità (SGQ), pubblicata dall’ISO (International Organization for Standardization). La norma è stata aggiornata l’ultima volta nel 2015 e viene chiamata ISO 9001:2015. Allo scopo di essere pubblicata e aggiornata, la ISO 9001 ha dovuto ricevere l’approvazione della maggioranza degli stati membri, per poter diventare così una norma riconosciuta a livello internazionale e quindi accettata nella maggior parte di paesi nel mondo.
Dato che esegui la verifica dei tuoi processi e che li hai fatti valutare da un organismo di certificazione, i tuoi clienti non hanno bisogno di effettuare verifiche della tua azienda.
È per questo motivo che la ISO 9001 è divenuta una necessità per molte aziende per essere competitive sul mercato.
La ISO 9001 è una norma così fondamentale e influente da essere considerata la base quando particolari settori desiderano introdurre specifici requisiti per creare propri standard di riferimento industriali, come nel caso della AS9100 per l’industria aerospaziale, la ISO 13485 per il settore dei dispositivi medici e la IATF 16949 per quello automobilistico.

ISO 45001

La norma ISO 45001 rappresenta l’evoluzione di una serie di norme proprietarie dedicate alla salute e sicurezza, in particolar modo lo standard OHSAS 18001.
La standard OHSAS 18001 (Occupational Health and Safety Assessment Series) rappresentava lo strumento internazionalmente riconosciuto ed idoneo nel consentire alle Organizzazioni il conseguimento della conformità legislativa ed il miglioramento continuo. Questa specifica  promossa dal BSI – British Standard Institution – ed emessa, per la prima volta, nell’aprile del 1999,  è risultata applicabile fino alla fine del 2015. Nel 2016 infatti è uscita la norma ISO 45001.
ISO 45001 è applicabile a tutte le organizzazioni che vogliano formalizzare un sistema di gestione che abbia la finalità di eliminare o ridurre i rischi a cui i lavoratori sono esposti nello svolgimento delle proprie attività allo scopo di fornire alle aziende dei criteri di gestione  dei rischi relativi a salute e sicurezza dei dipendenti.
Si rivolge quindi alla tutela lavoratori piuttosto che prendere in considerazione l’aspetto della sicurezza legato a prodotti e servizi  puntando l’accento sul fatto che il rispetto della norma non rende immuni dal rispetto degli obblighi di legge.

CERTIFICAZIONE F-GAS IMPRESA

Il DPR 43/2012 prescrive a tutte le imprese con personale addetto all’installazione, manutenzione o riparazione di impianti contenenti taluni gas a effetto serra, di essere in possesso di specifica certificazione rilasciata da un Organismo di Certificazione Accreditato.
L’obiettivo è quello di armonizzare a livello europeo le modalità di intervento e le competenze degli operatori del settore per contenere le emissioni di gas serra.
La certificazione delle imprese F-GAS, la cui durata è di 5 anni, è obbligatoria per tutte le aziende che operano con i gas fluorurati a effetto serra ai sensi dei Regolamenti Europei 303/2008 e 304/2008.

Le normative e i regolamenti di riferimento prevedono che la certificazione debba essere conseguita dalle imprese che:

– impiegano personale certificato in numero adeguato per gestire il volume d’attività oggetto di certificazione (almeno 1 operatore certificato per ogni 200.000 euro di fatturato legato all’attività F-Gas;

– dimostrano di operare in conformità a quanto previsto nel “Piano della Qualità”, documento aziendale che definisce le informazioni procedurali e organizzative (mezzi, personale, strumenti e attrezzature, manuali, procedure, registrazioni, ecc.) per svolgere le attività oggetto di certificazione.

Il Registro Telematico Nazionale delle Imprese e delle Persone Certificate garantisce che le imprese operanti sul territorio rispondano ai requisiti professionali inerenti le norme e i regolamenti tecnici nazionali e internazionali.